torinomagazine

Torino Magazine parla di noi

Torino Magazine parla di noi.

BIGLIA, QUANDO LA LUCE FA LA DIFFERENZA di Laura Sciolla

Un nome storico per quel che riguarda la fornitura all’ingrosso di materiali elettrici ha saputo re-interpretarsi dando vita ad un servizio di  progettazione e consulenza per il lighting design. Biglia racconta il suo presente fatto di idee… luminose

Non è comune trovare una realtà specializzata nella vendita all’ingrosso di forniture elettriche con all’interno uno studio di progettazione, con tanto di architetto (Simone Gabbini) specializzato in lighting design; confrontarsi con una società che, vantando più di cinquant’anni di storia alle spalle, abbia saputo trovare un nuovo core business rispondendo alle esigenze del cliente, combinando con grande sapienza esperienza, attenzione al prezzo, gusto estetico. Non è comune, ma Biglia corrisponde esattamente a questa descrizione.

Dal 1986 è Pietro Orlandella (soprannominato zio Pietro),  a guidare l’azienda tutt’oggi tra le più qualificate nel mercato all’ingrosso. Con l’ingresso del figlio Gaetano a fianco dei cugini e della sorella è però diventato il lighting design la fonte di vanto per Biglia: se il primo intervento  fu l’illuminazione dell’albero di Natale in piazza del Duomo a Milano, di lì in poi è stato un susseguirsi di interventi ‘importanti’. «La nostra famiglia ha sempre avuto clienti di un certo calibro. Tra le nostre referenze annoveriamo La Stampa ,il Lingotto, Nh Hotels, Sagat, Smat,  il teatro Regio… Ho avuto così la fortuna di ereditare questo bagaglio di esperienze e svilupparlo in un ramo fino ad ora non trattato, quello dell’illuminotecnica».

Negli ultimi quattro anni musei, locali, negozi ma anche clienti privati si sono rivolti allo staff di Biglia per chiedere la consulenza nella progettazione del proprio impianto luminoso: «Siamo in grado di soddisfare le esigenze di un ristorante stellato allo stesso modo di una giovane coppia di sposi. La passione che esprimiamo è la medesima: sarà il progetto ad essere calibrato a seconda delle richieste, di risultato e di prezzo». Gaetano spiega come la tecnologia offra oggi molteplici possibilità: sarà lo studio di progettazione di Biglia a garantire il prodotto giusto nel posto giusto; scegliendo, ad esempio, una delle proposte di Erco, azienda tedesca leader a livello internazionale per l’illuminazione di cui Biglia è rivenditore («E’ un grande onore essere stati riconosciuti da un marchio di tale forza per la nostra capacità di far uso dei suoi prodotti in progettazione»).

Ma, allo stesso tempo, il led ha permesso di lanciare nuove sfide sul mercato tradizionale con soluzioni superlative, non necessariamente a costi esclusivi. Contemporaneamente, l’illuminazione è diventato un elemento chiave nella progettazione di uno spazio: «… ci troviamo così coinvolti fin dall’inizio nello studio degli ambienti, in un dialogo continuo ed entusiasmante con le diverse professionalità. Insieme, fungendo il ruolo di collante tra questi partner qualificati, arriviamo a dare la risposta al sogno di ogni nostro cliente, puntando sempre sulla qualità». Sarà questo il futuro di Biglia.