Ingo Maurer

Dopo aver lavorato come tipografo in  Germania e Svizzera ed aver completato gli studi di grafica a Monaco di Baviera nel 1958, durante gli anni 1960 e 1963  Ingo Maurer ha vissuto tra  New York e San Francisco lavorando come designer indipendente. Nel  1960 fonda l’azienda Design M, divenuta poi Ingo Maurer GmbH: tra le prime creazioni della casa tedesca vi è la lampada da tavolo Bulb (1966), in metallo cromato lucido e cristallo soffiato. Negli anni successivi  l’azienda produrrà altre lampade ideate dallo stesso Maurer, diverse delle quali verranno incluse nella collezione di design del Museum of Modern Art di New York: fra esse Gulp (1969),Light Structure(1970),Little Balck Nothing e il sistema a basso voltaggio YaYaHo(1988) .Mostre ed esibizioni a lui dedicate o da lui curate personalmente si sono tenute in diverse città d’Europa e non: a Parigi ,San Pietroburgo,Monaco di Baviera ,AmsterdamNew York,Barcellona ed infine Francoforte. Alcune sue installazioni hanno infine trovato posto nelle stazioni  Westfriedhof e Münchner Freiheit della metropolitana di Monaco di Baviera.Per l’importanza della sua ricerca sugli apparecchi di illuminazione, ha conseguito diversi riconoscimenti internazionali: fra essi il Premio di Design da parte della città di Monaco di Baviera (1999), il Primavera del Disseny a Barcellona (2001), e il premio Georg Jensen a Copenaghen nel 2003. Nel 2005 è stato nominato Royal Designer of Industry da parte della Royal Society of Arts di Londra, mentre un anno dopo gli è stata conferita la laurea honoris causa al Royal College of Art. In 2011, gli è stato conferito il Compasso d’Oro Associazione per il Disegno Industriale. Ingo Maurer vive e lavora tuttora a Monaco di Baviera.

Galleria prodotti

Articoli correlati