arscaptiva

LA METAMORFOSI DEI LUOGHI

LA METAMORFOSI DEI LUOGHI

21 MAGGIO / 4 GIUGNO 2015 EX MANIFATTURA TABACCHI / TORINO

Ars Captiva è l’originale progetto del Comitato Creo, costituito dalle
scuole d’indirizzo artistico del Piemonte, per avvicinare gli studenti
alle pratiche dell’arte contemporanea.
Ne fanno parte, oltre all’Accademia Albertina, l’Istituto Albe Steiner
e i Licei artistici Cottini, Passoni e Primo di Torino, e il Liceo artistico
Buniva di Pinerolo.
Giunta alla sua quinta edizione biennale, Ars Captiva si presenta con
molte novità in una sede inedita e quanto mai suggestiva: gli spazi
dell’ex-Manifattura Tabacchi di corso Regio Parco 134, per gentile
concessione dell’Università degli Studi.

La collaborazione con la Borsa di studio Willy Beck ha consentito
quest’anno al Comitato CREO di affidare a un giovane curatore,
Ivan Fassio, la scelta del tema e la progettazione dell’evento.
La sua conseguente proposta di operare su La metamorfosi dei
luoghi si rivela in perfetta sintonia con l’inserimento in Torino
incontra Berlino.
L’idea di estendere agli studenti del Liceo classico D’Azeglio e del
Liceo classico musicale Cavour la partecipazione all’evento, è l’altra
novità di questa edizione, che consente loro inedite sperimentazioni
nel poco frequentato ambito delle arti visive.
Ars Captiva, da sempre attenta alla molteplicità delle espressioni
artistiche, quest’anno dà spazio anche alla presenza di due giovani
autori seguiti dall’Angsa Piemonte e appartenenti, al Progetto Mai
visti e altre storie, volto a promuovere il dialogo tra arte irregolare e
arte contemporanea.

Il tema della rinascita degli spazi urbani attraverso l’intervento
artistico sarà il pretesto per ogni azione creativa. Nell’ambito del
fertile e stimolante rapporto tra pratica estetica e cambiamento
sociale, gli studenti, riflettendo sui processi di trasformazione
urbana che accomunano le città di Torino e Berlino, presentano
opere pittoriche e fotografiche, installazioni interattive, performance
e concerti nell’ideale ambientazione dell’ex Manifattura Tabacchi.
Nata con la convinzione che sia possibile creare sinergie tra figure
e funzioni diverse (Istituzioni, docenti, studenti, artisti, musicisti) e
ispirandosi ai ritmi della città, Ars Captiva conferma di ricoprire un
ruolo centrale per l’orientamento professionale dei giovani artisti
e dei futuri operatori del settore, ottenendo spesso riconoscimenti
importanti, come ad esempio la partecipazione ad Artissima 2014.

Anche questa edizione sarà realizzata in collaborazione con il
Torino Jazz Festival (per il terzo anno consecutivo), mentre un’altra
importante novità è costituita dalla partecipazione al calendario di
Torino incontra Berlino.
La kermesse è organizzata con il contributo dei nostri sostenitori
di lungo corso: la Regione Piemonte, la Presidenza del Consiglio
Regionale del Piemonte, la Fondazione CRT e la Città di Torino.
Per la quinta edizione consecutiva, l’illuminotecnica di Ars Captiva è
fornita da Biglia srl – leader torinese in campo artistico e museale.
E dopo aver condiviso l’interessante esperienza della mostra su
Albe Steiner (in occasione del Centenario della nascita del grafico
che nel 1962 ne disegnò il logo), avendo un comun denominatore
“creativo”, Superga® sostiene Ars Captiva.
Ne siamo particolarmente felici.

L’apertura della quinta edizione avrà luogo alle ore 18.00 di
giovedì 21 maggio. Prenderà vita nell’Area Spettacoli, in cui il
regista londinese Peader Kirk, storico ospite di Ars Captiva dal
2009, condurrà la performance costruita con i partecipanti al suo
workshop.
A seguire, nell’Area Espositiva, la performance De Wall, ideata e
realizzata dagli studenti dell’Istituto Steiner e condotta da Flavio
De Marianis: un gruppo di studenti sarà impegnato in tracciati di
parkour, tra realtà dei luoghi e virtualità in video-mapping.
Alle 20.00, il concerto Luoghi in divenire degli studenti del Liceo
Musicale Cavour chiuderà la serata proponendo gli arrangiamenti
del jazzista Gianpiero Lo Bello.

Il 29 maggio alle ore 10.00 nell’Area Spettacoli, Discorsi e percorsi
fra jazz, pittura e canzone d’autore: progetto didattico de
Le Chiavi della Musica, prodotto dal Torino Jazz Festival e rivolto
alle scuole, condotto da Marco Basso, critico musicale, Luigi
Antinucci, cantautore, Performart (duo composto da Andrea Guariso
e Claudio Nicolo) e Luciano Gaglio, artista.
Dalle ore 17.00 nello Spazio Espositivo, Luoghi sonori in divenire,
conduction e performance con il Liceo Classico Musicale Cavour e
il musicista Gianpiero Lo Bello.
Alle 17.45 Scene da una metamorfosi, ad opera del Laboratorio a
cura di Tomaso Erasmo Brucato, Francesca Cinalli e Paolo De Santis.
Alle ore 18, il pomeriggio si chiude con i concerti di Berliner Quartett
e Pills in Pocket: una rivisitazione di brani tratti dal disco Berlin di
Lou Reed (1972) e un repertorio ispirato alle varie declinazioni del
rock anni ‘70-’80, attinenti alla scena musicale di Berlino e Torino.

Sede:
EX MANIFATTURA TABACCHI
corso Regio Parco, 134 — Torino
dal 21 maggio al 4 giugno 2015
Orari:
dal martedì al venerdì: 16.00 / 19.00
al mattino (per le scuole): su appuntamento
sabato e domenica 15.00 / 19.00
Inaugurazione:
Giovedì 21 Maggio, ore 18.00
ex Manifattura Tabacchi, corso Regio Parco, 134 – Torino